Orologio con motore sincrono in corrente alternata

Dalle origini ai modelli più recenti.

A cura di: gio64

Rispondi
Avatar utente
Cane
Senior Advanced User
Senior Advanced User
Messaggi: 1322
Iscritto il: ven feb 16, 2018 8:43 pm
Località: Cecina LI

Orologio con motore sincrono in corrente alternata

Messaggio da Cane » gio set 22, 2022 12:40 pm

Dove lavoravo da giovane (un 50 anni fa) avevamo gli orologi nei reparti a 220 V 50Hz con motore sincrono...
Rimettevamo gli orologi variando la frequenza della nostra centrale elettrica.. :shock:
Uno stabilimento lungo 2-3 Km con decine/centinaia di orologi di questo tipo...
Non ricordo quando furono tolti...
Esistono ancora questi orologi 220V-50Hz con motore sincrono?
Paolo

Avatar utente
gio64
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3253
Iscritto il: lun feb 12, 2018 7:29 am
Località: como
Contatta:

Re: Orologio con motore sincrono in corrente alternata

Messaggio da gio64 » gio set 22, 2022 2:04 pm

Se mettessi delle foto?grazie mille
IL PANE DURO , NON è DURO . E NON AVERE IL PANE CHE è DURA

Avatar utente
Cane
Senior Advanced User
Senior Advanced User
Messaggi: 1322
Iscritto il: ven feb 16, 2018 8:43 pm
Località: Cecina LI

Re: Orologio con motore sincrono in corrente alternata

Messaggio da Cane » gio set 22, 2022 8:53 pm

gio64 ha scritto:
gio set 22, 2022 2:04 pm
Se mettessi delle foto?grazie mille
Purtroppo non le ho... :( (e passato tanto tempo)

Il funzionamento pero' e' chiaro, era alimentato a 220V in corrente alternata e girava in base alla frequenza della
rete...(50 Hz come quella in casa) e quindi 3000 impulsi/inversioni al minuto...

La cosa curiosa e' che rimettevamo una moltitudine di orologi variando la frequenza della rete... ;)

Un motore sincrono in corrente alternata gira in base alla frequenza delle rete...(e non puo' sgarrare)

Al giorno d'oggi anticiperebbe o ritarderebbe in base alla frequenza della rete...

Ai tempi nostri avendo una centrale di generazione autonoma potevano aumentare o diminuire la frequenza...

C'era un motorino sincrono che girava continuamente e una serie di ingranaggi muoveva le sfere...
Paolo

Avatar utente
Calico
Orologiaio
Orologiaio
Messaggi: 7654
Iscritto il: sab feb 17, 2018 9:54 am
Località: PI
OROLOGIAIO: PROFESSIONISTA
Maggior Contributore: 2018
Maggior Contributore: 2019
Maggior Contributore: 2020

Re: Orologio con motore sincrono in corrente alternata

Messaggio da Calico » ven set 23, 2022 8:41 am

Non sarà stato rimesso tramite l'inserimento nella rete dei capannoni, a valle del contatore, di impulsi, stile i sistemi ad onde convogliate? Tu mandi un impulso ad onda quadra simile a quelli della rete come picco e intensità e a ogni impulso positivo fai fare uno scatto in più alle lancette dei secondi. Ciò presuppone che tutti gli orologi avessero il medesimo ritardo.
Immagine

Avatar utente
Cane
Senior Advanced User
Senior Advanced User
Messaggi: 1322
Iscritto il: ven feb 16, 2018 8:43 pm
Località: Cecina LI

Re: Orologio con motore sincrono in corrente alternata

Messaggio da Cane » ven set 23, 2022 2:59 pm

Calico ha scritto:
ven set 23, 2022 8:41 am
Non sarà stato rimesso tramite l'inserimento nella rete dei capannoni, a valle del contatore, di impulsi, stile i sistemi ad onde convogliate? Tu mandi un impulso ad onda quadra simile a quelli della rete come picco e intensità e a ogni impulso positivo fai fare uno scatto in più alle lancette dei secondi. Ciò presuppone che tutti gli orologi avessero il medesimo ritardo.
No,no...era piu' semplice...
Tra l'altro io facevo il conduttore di quella centrale interna di modesta potenza (80 Mw) ma molto complessa perche' il vapore a varie pressioni era sfruttato dalle fabbricazioni...
Un motore sincrono gira costante in base alla frequenza della rete e la segue nella sua variazione...
Paolo

Avatar utente
Calico
Orologiaio
Orologiaio
Messaggi: 7654
Iscritto il: sab feb 17, 2018 9:54 am
Località: PI
OROLOGIAIO: PROFESSIONISTA
Maggior Contributore: 2018
Maggior Contributore: 2019
Maggior Contributore: 2020

Re: Orologio con motore sincrono in corrente alternata

Messaggio da Calico » ven set 23, 2022 6:02 pm

Capito. Forse c'era un variatore a 60 Hz per utilizzare macchinari di derivazione USA?
Immagine

Avatar utente
Cane
Senior Advanced User
Senior Advanced User
Messaggi: 1322
Iscritto il: ven feb 16, 2018 8:43 pm
Località: Cecina LI

Re: Orologio con motore sincrono in corrente alternata

Messaggio da Cane » ven set 23, 2022 10:15 pm

Calico ha scritto:
ven set 23, 2022 6:02 pm
Capito. Forse c'era un variatore a 60 Hz per utilizzare macchinari di derivazione USA?
Il motore sincrono andava a 50 Hz com'era la nostra frequenza...
Poi la velocita' di rotazione del motore dipende anche dai poli...2-4-8 ....
Ma con gli ingranaggi si fa qualsiasi rapporto...
Non ricordo benissimo visti i 50 anni ma "di certo" si rimettevano variando la frequenza...

https://it.wikipedia.org/wiki/Motore_sincrono

Di solito il motore sincrono parte da asincrono con qualche spira adatta allo scopo (altrimenti non potrebbe partire) e quando arriva alla massima velocita' si aggancia alla frequenza da motore sincrono....

Una variazione 0,1 Hz comporta un errore di 7" all'ora...(se ho calcolato bene) per questo serve correggerlo continuamente...
E' un po' un orologio del cacchio... :lol:
Paolo

Avatar utente
Calico
Orologiaio
Orologiaio
Messaggi: 7654
Iscritto il: sab feb 17, 2018 9:54 am
Località: PI
OROLOGIAIO: PROFESSIONISTA
Maggior Contributore: 2018
Maggior Contributore: 2019
Maggior Contributore: 2020

Re: Orologio con motore sincrono in corrente alternata

Messaggio da Calico » sab set 24, 2022 9:35 am

Abbiamo avuto, negli anni '80, quando l'unica tensione di rete era quella dei soffioni di Larderello, degli orologi elettrici anche digitali che andavano rimessi solo quando mancava la corrente o cambiava l'ora, tanto era precisa la frequenza di rete: facevano sfigurare molti quarzi, quanto a precisione. Oggi, con l'incrocio della tensione proveniente dalla Francia, pale eoliche e impianti solari, se va bene abbiamo micro salti di corrente che costringono a rimettere gli orologi senza batteria in tampone, tipo nei vecchi videoregistratori su HD; se va male, si bruciano gli apparati, altro che ritardi! In negozio o tengo spenti gli apparecchi che non uso, o ho tutto sganciato dalla rete: registratore fiscale e pos in primis. Non vi dico quante lampadine led si bruciano. Ultimamente anche i led infrarossi di una telecamera e l'ozonizzatore di Nuova Elettronica, oltre a qualche lampadina.
Immagine

Rispondi

Torna a “Orologi elettromeccanici ed industriali”