AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Tra scienza e cultura. Gite, ritrovi, raduni, mercatini e novità.
Rispondi
Avatar utente
Giacomo
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 5381
Iscritto il: mer feb 07, 2018 1:50 pm
Località: Provincia di VC
Qualifica AISOR: Presidente
Contatta:

AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da Giacomo » ven mag 01, 2020 11:55 am

AISOR Stories: Paolo Antolini



3. paolo antolini lugo.jpg
3. paolo antolini lugo.jpg (127.87 KiB) Visto 584 volte


Il primo ospite che abbiamo scelto di intervistare per inaugurare questa nuova rubrica di AISOR Stories è Paolo Antolini, titolare della “Oreficeria Antolini“ di Lugo in provincia di Ravenna.

Paolo ha dedicato gran parte della sua vita al mondo dell'orologeria, insieme a sua moglie Francesca gestistiscono l'attività di famiglia.
Paolo è un abile orologiaio riparatore e restauratore, visto la sua grande esperienza, competenza e professionalità, abbiamo pensato che fosse il perfetto rappresentante per il tipo di storie che vogliamo raccontare. Questa è la prima di una lunga serie.


0. paolo antolini lugo.jpg
0. paolo antolini lugo.jpg (27.81 KiB) Visto 584 volte



  • Ciao Paolo, ci racconti come e quando è nata la tua passione per l'orologeria?

Sono cresciuto in mezzo agli ingranaggi fin da piccolo perché già prima di me mio padre faceva questo mestiere ma incredibilmente non ne sono mai stato attratto. Sento racconti di persone che hanno distrutto sveglie in quantità per il solo piacere di guardarci dentro ma io stranamente pur avendone a disposizione moltissime per poter fare esperimenti non ne sono mai stato incuriosito.
Dopo le scuole superiori non sapendo bene cosa fare nella vita (era il 1985 e a 17 anni non è sempre facile avere le idee chiare), decisi in accordo con la famiglia di intraprendere al scuola di orologeria in Svizzera al Technicum Nechatelois nella cittadina, per noi appassionati estremamente famosa, di La Chaux–de–Fonds.
E’ stata un’esperienza straordinaria che mi ha permesso di fare la conoscenza, a volte profonda e altre volte più superficiale, con persone straordinarie e spesso veri e propri nomi altisonanti dell’orologeria mondiale.
L’orologeria è stata una piacevolissima scoperta che di fatto ho potuto gustare e riscoprire direttamente sul campo durante il periodo scolastico e sono certo che possa dirsi una grandissima fortuna accorgersi tutto a un tratto che ciò che si sta studiando stia diventando anche la tua più grande passione. Fino ad allora vedevo mio padre fare questo mestiere ma la ridotta dimensione degli oggetti in lavorazione e la mia giovane età non mi avevano mai permesso di poter sviluppare un’attrazione per questa meravigliosa arte.


  • Come hai iniziato a lavorare nel settore?

Terminata la scuola di orologeria, a casa mi attendeva la famosa, o meglio, la famigerata “cartolina”, che per quelli della mia generazione significava fare un anno di servizio militare e solo al termine di quel periodo ho iniziato a lavorare nel negozio di famiglia. Ricordo come fosse ieri gli sguardi un po’ perplessi di coloro che fino a poco tempo prima affidavano i propri segnatempo nelle mani di mio padre uomo adulto e maturo, erano titubanti all’idea di rivolgersi a me poco più che ventenne orologiaio Italiano. Viviamo in un paese troppo spesso avaro di apprezzamenti positivi nei confronti dei giovani professionisti e siamo spesso condizionati dall’idea di figure professionali che nel nostro immaginario DEVONO essere impersonate da signori maturi che corrispondano all’idea che ci si era preconfezionata di quel tipo i artigiano. In questo potrà sembrare strano ma mi venne in aiuto il camice bianco. Obbligatorio a scuola e a mio avviso indispensabile in qualsiasi laboratorio di questo tipo, mi ha aiutato inizialmente a togliermi di dosso un pochino l’aria da ragazzino e farmi riconoscere immediatamente per quello che ero ovvero il tecnico preposto alle riparazioni, una sorta di divisa che tutt’oggi mi accompagna giornalmente.


2. paolo antolini lugo.jpg
2. paolo antolini lugo.jpg (102.42 KiB) Visto 584 volte




  • Da chi è stato fondato il laboratorio?

Da mio padre nel 1969 anno di nascita del negozio di gioielleria di famiglia. A dire il vero inizialmente era più una piccola bottega davvero poco rifornita. Mio padre prima di fare l’orologiaio era musicista e cantante, a 18 anni vinse al festival di Castrocaro (papà è del 1938). Assieme a mia madre han girato per tutta Europa svolgendo questa professione. Con il mio arrivo decise che sarebbe stato meglio fare un lavoro diverso, più congeniale a una famiglia tradizionale composta da genitori e figli e che non lo costringesse a lavorare di notte. Era a Vienna in quel periodo e io ero appena nato, la notte suonava e il giorno si recava da un vecchio orologiaio che gli insegnava il mestiere ma la scelta del tipo di professione credo sia stata tutto sommato casuale, credo sia nata dal fatto che facendo bene alcuni lavoretti di bricolage abbia pensato che tutto sommato avrebbe potuto tentare questa strada, erano altri tempi.


  • Cosa rappresenta per te l'orologeria?

Una piacevole sfida. Ammettiamolo, non è sempre facile riuscire a far tornare un orologio indossato malamente per anni in condizioni ottimali di funzionamento e perché no di estetica. Ci sono casi in cui è davvero una sfida con se stessi. Conoscere i metodi di lavorazione e saperli mettere in pratica a volte mette a dura prova la nostra capacità di mantenere la calma ma in effetti sono i lavori più difficili e i recuperi più laboriosi quelli che restano nella nostra memoria di cui andiamo fieri e che ci piace mostrare come un trofeo guadagnato sul campo di gara. Non ultimo lo sguardo dei clienti che avendoti affidato un oggetto a loro tanto caro, quasi si commuovono, a volte lo fanno per davvero, vedendo il loro oggetto tornato in condizione di poter essere il loro compagno di tutti i giorni.




5. paolo antolini lugo.jpg
5. paolo antolini lugo.jpg (112.5 KiB) Visto 584 volte



  • Di quali settori ti occupi principalmente?

Mi occupo principalmente del lato commerciale e dell’assistenza espressa alle piccole riparazioni di tutti i giorni. Contrariamente a quanto si possa pensare un semplice cambio pila in realtà semplice non è, un cambio pila eseguito da personale non qualificato può essere potenzialmente devastante per un orologio, Ho visto fondelli devastati di graffi e ammaccature, circuiti elettronici distrutti dalla scarsa perizia di improvvisati che han provato a fare questa “semplice” operazione.


  • Qual è la tua specializzazione?

Il restauro.
Presso il nostro laboratorio ci occupiamo di riparazione con eventuale ricostruzione delle parti mancanti o semidistrutte dei meccanismi che ci vengono affidati, senza tralasciare la possibilità di mettere assieme le competenze di più di un professionista per riuscire ad accogliere le richieste più svariate della clientela.


4. paolo antolini lugo.jpg
4. paolo antolini lugo.jpg (87.87 KiB) Visto 584 volte


  • In questi anni ti saranno passati per le mani moltissimi orologi... quale tra tutti ti è rimasto nella memoria e perché?

Ricordo come fosse ieri di aver avuto per qualche istante tra le mani 2 orologi da tasca di eccezionale fattura, pezzi unici, costruiti e indossati dal sig. George Daniels inventore dello scappamento co-axial, durante una sa visita alla nostra scuola, era il 1986 e uno di quei due orologi era già in possesso di quel tipo di scappamento e ricordo l’enfasi con la quale il professore che ci stava istruendo ci raccontò quale grandiosa e significativa rivoluzione stessimo vedendo, di fatto la prima significativa modifica al cuore di un meccanismo di orologio dopo tanti anni in cui il classico scappamento ad ancora svizzera dominava il mercato.


  • Quale tipologia di orologi preferisci?

Mi attraggono da sempre le “complicazioni” ovvero tutto ciò che viene aggiunto alla sola indicazione dell’orario. I calendari perpetui per citare una tra le tante complicazioni sono tra i meccanismi che prediligo. Frequentavo la scuola di orologeria quando casualmente potei assistere alla realizzazione di un modello in plastica di calendario perpetuo che sarebbe stato successivamente proposto a una grande maison. Niente di meglio per chi in quel periodo studiava proprio le complicazioni di poter vedere dal vivo un esempio di ingegneria ben concepita, pochi pezzi e perfettamente funzionante.



6. paolo antolini lugo.jpg
6. paolo antolini lugo.jpg (107.76 KiB) Visto 584 volte




  • Oltre ad essere un professionista del settore, sei anche un collezionista?

Non sono un collezionista di orologi nel vero senso della parola, mi piacciono, se posso li acquisto e mi amo indossarli, ne ho diversi e ognuno di loro è a me caro per i più disparati motivi. Questa è una particolarità che spesso gli orologi hanno, si trasferisce su di loro un valore spirituale tutto speciale e unico. Penso ad esempio all’orologio appartenuto a una persona cara e penso che, forse, guardando il quadrante possa essere un po’ come guardare gli occhi di chi lo possedeva prima di noi e tante volte ha fatto la stessa cosa ovvero leggere l’ora indicata, un po’ come incrociare lo sguardo con chi non è più tra noi ma vive in noi nei nostri ricordi. Capita spesso che clienti chiedano di riparare l’orologio appartenuto a un loro parente o caro amico e chiedano di non far sparire graffi e ammaccature lasciate proprio dal vecchio proprietario e ogni volta questa cosa mi emoziona, sono molto onorato di poter essere ritenuto degno di accudire dei così cari ricordi veri e propri cimeli.



  • Che piani che hai per il futuro?

La nostra professione è profondamente cambiata in questi anni e la difficoltà di poter accedere ai ricambi se non con condizioni capestro da parte delle maison ci ha creato non poche difficoltà e inizialmente ero molto incerto sul futuro della mostra professione.
Oggi il cliente è più esigente rispetto al 1969 e attrezzarsi a dovere è diventato imprescindibile per poter offrire un servizio sempre migliore a chi si rivolge a noi con fiducia. In questo noi orologiai siamo speciali, non ne conosco uno che non sia attratto in modo pazzesco da macchinari e attrezzi di ogni tipo e forma, si dice infatti che il nostro sia il mestiere dai mille attrezzi.
Questa passione per i macchinari ha lasciato il segno in tanti anni e la loro presenza in laboratorio mi consente di poter eseguire moltissime lavorazione di ricostruzione senza dover per forza cercare il ricambio “non fornibile”. Credo possa essere questa una buona strategia per il futuro


  • Una tua considerazione sull'orologeria nel futuro.

Le tecniche di lavorazione sono sempre più sofisticate e la sperimentazione di nuovi materiali sta spingendo sempre più lontano i propri limiti, penso per fare un esempio alle spirali in silicio ma potrei citarne altri.
Le competenze di validissimi artigiani stanno da anni dando vita a veri e propri capolavori di altissima orologeria e mi metto anch’io comodo da appassionato spettatore in attesa di vedere che ci proporranno.
Ne vedremo delle belle.


Paolo ti ringraziamo molto per questa intervista e invitiamo i nostri lettori a segurci al prossimo appuntamento.


Oreficeria Antolini di Antolini Paolo
Via Francesco Baracca, 90
48022 Lugo (RA)
Telefono: 0545 35233
antolinioreficeria@gmail.com

https://www.antolinioreficeria.com/



1. paolo antolini lugo.jpg
1. paolo antolini lugo.jpg (100.63 KiB) Visto 584 volte

Avatar utente
Enryc
Forumista
Forumista
Messaggi: 368
Iscritto il: sab feb 17, 2018 10:24 pm
Località: Venezia

Re: AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da Enryc » ven mag 01, 2020 9:04 pm

Che bella questa iniziativa....
Possiamo così conoscere i grandi professionisti presenti in questo bellissimo forum. Ho avuto la fortuna di conoscere personalmente Paolo e visitare il suo laboratorio. Per un appassionato entrare in un laboratorio così fornito è come entrare nel paese dei balocchi. La sua ospitalità e affabilità ha reso l'incontro un ricordo molto piacevole.

Avatar utente
rprisin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 343
Iscritto il: sab feb 10, 2018 2:42 pm
Località: Trapani

Re: AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da rprisin » ven mag 01, 2020 9:31 pm

Concordo con Enryc, anch'io ho avuto il privilegio di conoscere personalmente Paolo, grande professionista ma soprattutto una bellissima persona. D'altronde questo forum è frequentato da personaggi di spessore, ho conosciuto personalmente altri due professionisti, probabilmente prossimi protagonisti di questa rubrica, Adriano e Andrea.C, persone speciali che vorresti avere come vicini di casa.
Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti
(L.Pirandello)

Avatar utente
Enryc
Forumista
Forumista
Messaggi: 368
Iscritto il: sab feb 17, 2018 10:24 pm
Località: Venezia

Re: AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da Enryc » ven mag 01, 2020 9:58 pm

Io abito abbastanza vicino ad Adriano che vado a trovare quando posso. Anche lui grandissimo professionista. È sempre un piacere fare una chiacchierata con lui.

Avatar utente
milou
Delegato AISOR
Messaggi: 599
Iscritto il: sab feb 17, 2018 6:49 am
Località: Francia
Delegato AISOR: Germania e Svizzera T.
Miglior Contributore: 2019

Re: AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da milou » sab mag 02, 2020 7:40 am

Molto bella iniziativa questo thread!

Il negozio è splendido e il laboratorio è degno di una sala operatoria! In fatto in questo reportage manca solo il chirurgo in tenuta.

Complimenti Paolo!!!
Immagine

Avatar utente
kelorkilé
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1927
Iscritto il: sab feb 10, 2018 9:27 am
Località: France
Delegato AISOR: Francia

Re: AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da kelorkilé » sab mag 02, 2020 7:41 am

Conosco Paolo solo virtualmente, e per me è un amico dal cuore grande e generoso, e un grande professionista, ho avuto l'opportunità di apprezzare il suo lavoro.
Se ci incontrassimo nella vita reale sono sicuro che andremmo d'accordo meravigliosamente.
Abbiamo qualcosa in comune, ma questa è un'altra storia... :D
Immagine Ciao Ciao GG ;)
__________________________
Savoir se contenter de ce que l'on a : c'est être riche.
Lao Tseu

Membro dell'AFAHA "Association Française des Amateurs d'Horlogerie Ancienne"

Connesso
Water_resistent
Forumista
Forumista
Messaggi: 270
Iscritto il: mar mar 20, 2018 8:53 pm
Località: Rieti

Re: AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da Water_resistent » sab mag 02, 2020 9:56 am

Grande Paolo... spero di venirti a trovare quando passo al nord....
Purtroppo hanno annullato un sacco di eventi a cui dovevo partecipare...
Spero di passare a salutarti...
Un abbraccio...e sempre complimenti....
Antonio

Zenith118
Nuovo Iscritto
Nuovo Iscritto
Messaggi: 48
Iscritto il: ven feb 28, 2020 10:12 pm
Località: Firenze

Re: AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da Zenith118 » dom mag 03, 2020 4:12 pm

:clap: Complimenti e bellissimo laboratorio.

Oramundo
Forumista
Forumista
Messaggi: 320
Iscritto il: gio feb 20, 2020 7:42 am
Località: Bitritto

Re: AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da Oramundo » mar mag 19, 2020 3:56 pm

Paolooooo.....mi hai emozionato e persino commosso dal tuo racconto che poi e il succo della tua vita, non ti conosco realmente ma intuisco e ne sono convinto che oltre ad essere un maestro d'arte orologiaia sei una bella persona, quelle fatte di poche parole, che sanno osservare ed optare per la strada migliore, Bravo PAOLO e complimenti per la tua attività.

Avatar utente
Paolo Antolini
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2978
Iscritto il: sab feb 10, 2018 9:11 am
Località: RA
OROLOGIAIO: PROFESSIONISTA
Contatta:

Re: AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da Paolo Antolini » mer mag 20, 2020 12:51 pm

Oramundo ha scritto:
mar mag 19, 2020 3:56 pm
Paolooooo.....mi hai emozionato e persino commosso dal tuo racconto che poi e il succo della tua vita, non ti conosco realmente ma intuisco e ne sono convinto che oltre ad essere un maestro d'arte orologiaia sei una bella persona, quelle fatte di poche parole, che sanno osservare ed optare per la strada migliore, Bravo PAOLO e complimenti per la tua attività.
:oops: che dire.....grazie :oops:
Ad maiora

Avatar utente
Calico
Orologiaio
Orologiaio
Messaggi: 4467
Iscritto il: sab feb 17, 2018 9:54 am
Località: PI
OROLOGIAIO: PROFESSIONISTA
Maggior Contributore: 2018
Maggior Contributore: 2019

Re: AISOR Stories - Paolo Antolini - Lugo (RA)

Messaggio da Calico » mer mag 20, 2020 6:25 pm

:clap:
Immagine

Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “AISORinforma”