AISOR Stories - 4. Armando Piana - Milano (MI)

Le Interviste di AISOR.
Rispondi
Avatar utente
Giacomo
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 7077
Iscritto il: mer feb 07, 2018 1:50 pm
Località: Provincia di VC
Qualifica AISOR: Presidente
Contatta:

AISOR Stories - 4. Armando Piana - Milano (MI)

Messaggio da leggere da Giacomo » mer lug 01, 2020 9:06 am

AISOR Stories: Armando Piana - Atelier Orologiaio di GSP S.r.l.


4.jpg
4.jpg (154.08 KiB) Visto 688 volte


Il quarto ospite che abbiamo scelto di intervistare per AISOR Stories è Armando Piana, fondatore della “Atelier Orologiaio di GSP S.r.l“ di Milano.

Armando, orologiaio da una vita, grande appassionato di orologeria, è un abile riparatore, restauratore e costruttore. Nel suo atelier è possibile ammirare una vasta collezione di attrezzatura di orologeria d'epoca e molti meccanismi e orologi di tutte le epoche, ma leggiamo un po la sua storia:



  • Ciao Armando, ci racconti come e quando è nata la tua passione per l'orologeria?

Questa passione me l’ha trasmessa il mio caro papà.
La mia storia posso quasi dire che è “antica” visto che sono del 1933. Avevo circa 6 anni quando da Napoli ci trasferimmo Milano per avere migliori opportunità di lavoro. Dopo poco tempo mio padre trovò posto in un laboratorio ad alto livello dove poté lavorare  e soprattutto Imparare più profondamente il mestiere.  In fondo erano pochi anni che aveva iniziato come autodidatta e all’epoca non c’era nessuna struttura che insegnava l’orologeria. Per motivi di sicurezza, visto che le bombe piovevano dal cielo tutti i giorni, ci trasferimmo in un paesino vicino Milano dove presto diventò “l’urulugè” della zona.
Proprio in quel periodo fui fulminato dagli orologi. Mentre  mio padre lavorava, io alle sue spalle osservavo tutte le operazioni che eseguiva tempestandolo di domande di tutti i perché che potevano incuriosire un bambino 8/9 anni.
La mia più grande emozione era quando alla fine rimontava il bilanciere e tifavo per vederlo oscillare. Per me quello era un miracolo che mi è rimasto scolpito nella mente, e da allora, la passione per questa stupenda arte non mi ha più abbandonato. 


1.jpg
1.jpg (102.29 KiB) Visto 688 volte


  • Come hai iniziato a lavorare nel settore?

Prima di iniziare con il vero e proprio laboratorio ho avuto una grande esperienza di lavoro con il restauro e la fabbricazione di quadranti per orologi.
Un amico di mio padre gli chiese una collaborazione per fabbricare i fondelli dei quadranti. Molto presto si mise in proprio. In quegli anni, circa fine 50, c’era molto lavoro in quel settore perché si rinnovavano o si sostituivano i quadranti molto spesso, quindi rigeneravamo e fabbricavamo quadranti per privati e forniture di tutta Italia.Avevo circa 15 anni e anch’io entrai nella squadra per dare una mano sia per quel lavoro sia, tempo permettendo, per imparare a riparare.  
Nella mia testa però non c’erano solo quadranti, il pensiero era sempre rivolto  agli orologi.Per mancanza di tempo giornaliero mi iscrissi alla scuola serale Galileo Galilei di Milano per dare inizio seriamente alla mia carriera.
Dopo diversi anni e dopo la perdita prematura di mio padre abbandonai i quadranti per darmi a quello che mi stava di più nel cuore.




  • Da chi è stato fondato il laboratorio?

Negli anni 60 trovai un negozietto in centro a Milano dove potei finalmente darmi interamente alla professione. Passarono gli anni e nacquero Giulio nel 70 e Stefano nel 73.
Il pensiero che non mi ha mai abbandonato è stato quello di trasferire a loro tutto il patrimonio acquisito negli anni sia di cultura sia di attrezzature a partire da mio padre. Il sogno si è avverato: anche loro sono diventati orologiai ed attualmente abbiamo un negozio con un bel laboratorio in centro a Milano.



3.jpg
3.jpg (141.66 KiB) Visto 688 volte



  • Cosa rappresenta per te l'orologeria?

L’orologeria per me è ed è stata semplicemente VITA. Tutto ciò che ho realizzato nella mia esistenza lo devo esclusivamente alla passione che ho avuto fin dall’infanzia per questa arte e che ancora mi domina attraverso l’attività dei miei figli.



  • Di quali settori ti occupi principalmente?

Fino a 2 anni fa sono stato il responsabile di tutte le riparazioni del negozio, ma per raggiunti limiti d’età, ho passato il testimone ai figli. La mia attuale attività è quella di rispolverare cose o vecchi orologi da restaurare e tenuti nel cassetto in attesa di avere molto tempo a disposizione che finalmente è giunto.



  • Qual è la tua specializzazione?

Anche se non ho mai disdegnato nessun genere di orologi sia da polso che finanche quelli da campanile, mi sono sempre occupato di orologi da polso e da tasca, ed ancor più  intriganti se complicati.





2.jpg
2.jpg (142.71 KiB) Visto 688 volte




  • In questi anni ti saranno passati per le mani moltissimi orologi... quale tra tutti ti è rimasto nella memoria e perché?

Si è vero forse decine di migliaia….ma quello che ho di più nella mente è l’ Astrario di Giovanni Dondi (1380 circa). Mi spiego: ebbi la fortuna di conoscere nel lontano 1980 il Maestro orologiaio Luigi Pippa.
In quegli anni cominciai a frequentarlo mentre stava ricostruendo il terzo dei suoi astrari ed ho visto di persona l’immane lavoro che compiva con  attrezzature essenziali e tutte le infinite incisioni rigorosamente fatte a mano.
Ciò che più mi stupì è che  realizzò queste opere tutto da solo e da disegni e manoscritti del Dondi, essendosi perse le tracce della macchina originale se non erro nel 1450 circa. Ecco questa è un’emozione indimenticabile.





  • Quale tipologia di orologi preferisci?

Come dicevo prima, tutti sono figli della stessa madre, ma quando capita per esempio un perpetuale Patek, beh, è allora c’è la vera goduria.



  • Oltre ad essere un professionista del settore, sei anche un collezionista?

Collezionista vero e proprio no. Qualche bel pezzo ce l’ho ma solo perché ha caratteristiche speciali.



  • Che piani che hai per il futuro?

La mia parte l’ho compiuta. Ora il futuro è proiettato sui miei figli che hanno in prospettiva tanti, tanti anni ancora. Fin quando il Buon Dio me lo concederà, darò una mano ai miei ragazzi essendo sempre presente e attivo.



  • Una tua considerazione sull'orologeria nel futuro.

Come innovazioni non credo ci sia ancora tanto da inventare, però non è da escludere che qualche ingegnere di grandi Maison o qualche grande Maestro faccia ancora delle scoperte.



Caro Armando ti ringraziamo molto per questa intervista e invitiamo i nostri lettori a segurci al prossimo appuntamento che sarà il 01di ogni mese ovvero il primo agosto.



Lasciamo i tuoi dati per chi ti vorrà contattare:


Atelier Orologiaio di GSP S.r.l.
Via Cesare Correnti n 3,
20123 Milano (MI)
Telefono: 02 836 1732
info@orologiaio.it
https://www.orologiaio.net

Avatar utente
Paolo Antolini
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3673
Iscritto il: sab feb 10, 2018 9:11 am
Località: Lugo di Ravenna
OROLOGIAIO: PROFESSIONISTA
Contatta:

Re: AISOR Stories - Armando Piana - Milano (MI)

Messaggio da leggere da Paolo Antolini » mer lug 01, 2020 9:54 am

Con immenso piacere scrivo il primo dei commenti che non può che essere positivissimo.
Ho il piacere di conoscere Armando personalmente e l'onore di poterlo chiamare amico e ne vado molto fiero.
Persona di rara gentilezza e competenza ha inoltre il merito di avere 2 figli degni di tanto padre, un vero maestro del nostro incredibile lavoro esperto in tutte le sfaccettature che lo caratterizzano. Potrei andare avanti ancora molto a descrivere questo geniale professionista ma mi limito a dire dire che sarebbe già un grande traguardo poter dire un giorno di aver fatto la metà di quel che ha fatto lui.
Grazie Armando.
Ad maiora

Avatar utente
vip
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1089
Iscritto il: sab feb 10, 2018 2:48 pm
Località: Roma

Re: AISOR Stories - Armando Piana - Milano (MI)

Messaggio da leggere da vip » mer lug 01, 2020 10:56 am

E' un grande piacere anche per me poter esprimere ammirazione per un Maestro come Armando, maestro di arte ma sopratutto di Vita. Grazie per tutta la passione ed il tempo che hai donato a tutti
un sorriso non impoverisce chi lo dona ma arricchisce chi lo riceve (Anatole France) ..... vito

Avatar utente
ars57
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 3815
Iscritto il: sab feb 10, 2018 10:00 am
Località: TORINO

Re: AISOR Stories - Armando Piana - Milano (MI)

Messaggio da leggere da ars57 » mer lug 01, 2020 11:49 am

Anch'io ho avuto il piacere di conoscere Armando, mi ha venduto il mio bel tornio e ha voluto che andassi a prenderlo a casa sua.
E' stata una bellissima mattinata, durante la quale mi ha portato a spasso per le sue sale giochi e mi ha mostrato le attrezzature del babbo che conserva gelosamente.
Persona di gran garbo non fa assolutamente pesare l'abissale differenza di esperienza, anzi si entusiasma come un ragazzino se deve spiegarti qualcosa.
:character-oldtimer: ars57 :character-oldtimer: (aspirante apprendista)

Avatar utente
Calico
Orologiaio
Orologiaio
Messaggi: 5463
Iscritto il: sab feb 17, 2018 9:54 am
Località: PI
OROLOGIAIO: PROFESSIONISTA
Maggior Contributore: 2018
Maggior Contributore: 2019

Re: AISOR Stories - Armando Piana - Milano (MI)

Messaggio da leggere da Calico » mer lug 01, 2020 4:36 pm

Onore e lode. Mi sono quasi commosso e ho stampato il thread.
Ultima modifica di Calico il ven lug 03, 2020 10:23 am, modificato 1 volta in totale.
Immagine

Oramundo
Advanced User
Advanced User
Messaggi: 876
Iscritto il: gio feb 20, 2020 7:42 am
Località: Bistritum, Bitrictum

Re: AISOR Stories - Armando Piana - Milano (MI)

Messaggio da leggere da Oramundo » mer lug 01, 2020 7:31 pm

Non conoscevo ne storia e nome di questo signore, ho appreso dal Forum ed ho collegato l'Atelier a Milano, poi sono venuto a conoscenza di chi fosse realmente, un gran Signore e sopratutto un gran "Maestro Orologiaio".
Tutta la mia stima per il Maestro Piana.
E bello fare quello che più ci piace.

Avatar utente
armando piana
Orologiaio
Orologiaio
Messaggi: 153
Iscritto il: ven feb 16, 2018 8:22 pm
Località: Milano

Re: AISOR Stories - Armando Piana - Milano (MI)

Messaggio da leggere da armando piana » gio lug 02, 2020 6:21 pm

Grazie, cari ragazzi, mi lusingate. Sono anch'io fiero di avere tanti amici come Voi.
Un caro e caloroso abbraccio a tutti, nonno armando
Nonno Armando

Avatar utente
luporandagio
Newbie
Newbie
Messaggi: 4
Iscritto il: mer feb 21, 2018 2:23 am
Località: Messina

Re: AISOR Stories - Armando Piana - Milano (MI)

Messaggio da leggere da luporandagio » gio lug 02, 2020 7:11 pm

Sono molto contento di conoscere un po' della storia di Armando e sono contento di aver avuto il piacere di conoscerlo di persona, qualche anno fa. Colgo l'occasione per lasciare un saluto a questo "ragazzino dai capelli bianchi".
Ciao
Riccardo

Avatar utente
ciclista
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2750
Iscritto il: mar feb 13, 2018 10:01 am
Località: Bergamo

Re: AISOR Stories - Armando Piana - Milano (MI)

Messaggio da leggere da ciclista » sab lug 04, 2020 9:41 pm

Anch' io ho avuto il piacere di conoscere Armando Piana ad alcuni incontri. Fu un vero piacere conoscere un vero maestro del settore, come ricordo con gioia la Signora Piana. Mi piace ricordagli entrambi per il garbo e la gioia di vivere che trasmettono. Grazie a entrambi

Avatar utente
gio64
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2639
Iscritto il: lun feb 12, 2018 7:29 am
Località: como
Contatta:

Re: AISOR Stories - 4. Armando Piana - Milano (MI)

Messaggio da leggere da gio64 » dom ago 02, 2020 2:05 pm

Quanta ammirazione per un maestro orologiaio. Complimenti sign armando
IL PANE DURO , NON è DURO . E NON AVERE IL PANE CHE è DURA

Rispondi
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “AISOR Stories”